Non usare i social per vendere serramenti

"Le persone non stanno su Facebook o Linkedin per acquistare prodotti o servizi, ma per scambiare opinioni e creare relazioni”

Ogni giorno scorrendo il feed di alcuni social noto un grande sforzo comunicativo da parte di chi usa queste piattaforme per tentare di vendere serramenti. 

Lo fa in buona fede o forse consigliato da chi pensa che i social network siano lo strumento più adatto per queste attività. 

D’altronde basta un modesto investimento di poche centinaia di euro, tramite Facebook o Instagram, per raggiungere migliaia di utenti.

Esiste qualcosa di più facile che promuovere prodotti o servizi tramite apposite campagne online?

A più visualizzazioni, corrisponderà un maggior numero di contatti, che si trasformeranno in più clienti, che si tradurranno in maggiori vendite e fatturato.

Giusto? Sbagliato!

Se hai percorso anche tu questa via, avrai notato che non sempre i risultati ottenuti sono stati all’altezza delle aspettative o degli investimenti sostenuti. 

Del resto se fosse così semplice, perché molte imprese faticherebbero così tanto nell’acquisire nuovi clienti?

 

Il vero ostacolo da superare

Ti sarai sicuramente accorto che rendere visibile la tua azienda, gli infissi che vendi o le offerte che promuovi a persone che non ti conoscono sui social network, funziona poco o quasi niente.

Sai perché proporsi in questo modo non è efficace?

Perché gli utenti non stanno su Facebook, Linkedin o Instagram per acquistare prodotti o servizi, ma per passare del tempo, esprimere le loro opinioni, scambiare informazioni con gli utenti, fare nuove conoscenze, divertirsi, partecipare a gruppi o a discussioni.

Non solo: le persone hanno la brutta abitudine di non fidarsi di chi non conoscono o di chi tenta di vendergli qualcosa. 

Per questo motivo non è una buona strategia usare i social pensando di avere una vetrina su strada con l’obiettivo di vendere la propria “mercanzia”.

Anzi è un approccio che, in taluni casi, può persino danneggiare il proprio business.

 

Il marketing non è basato sull’urgenza del risultato

I social possono essere un mezzo utile per arrivare alle persone, ma saranno i comportamenti o le azioni a determinare i risultati. 

Il marketing è fondato sull’ascolto, il rispetto, l’assistenza, la fiducia e le promesse mantenute. 

Le attività di promozione a pagamento possono sembrare una facile scorciatoia.

In realtà potrebbero esserlo, ma solo sei hai “in tasca” l’unica soluzione possibile ad un certo problema o hai creato prima un pubblico davvero interessato a quello che proponi.

Se non rientri in nessuno di questi casi, devi alimentare prima la credibilità o la reputazione del tuo brand e farti apprezzare dal pubblico.

 

5 consigli per gestire i social in maniera efficace

 

1) Scegli il canale dove si trova il tuo pubblico

Il classico errore che commettono in tanti, è quello di aprire diversi canali o più fonti comunicative, pensando di avere più occasioni o maggiori probabilità di ottenere attenzione da parte del pubblico. 

Prima di aprire un canale domandati: dove si trovano le persone con cui desideri interagire?

Facebook o Linkedin? Instagram o Twitter? 

Se ti rivolgi ad un target di architetti, ingegneri o professionisti è probabile che si trovino su Linkedin. 

Al contrario: se i tuoi clienti sono dei privati è molto probabile che si possano trovare su Facebook o Instagram. 

Ogni canale richiede tempo, energie e una specifica comunicazione per pubblicare contenuti utili e adatti alla piattaforma o agli utenti che la frequentano. 

Se il tuo problema è il tempo o la poca propensione a generare contenuti di una certa rilevanza, scegli un solo canale. 

Cerca di essere presente e continuo nella pubblicazione dei contenuti, invece di disperdere le energie su più piattaforme.  

Quando avrai più tempo o risorse a disposizione, sarai in grado di gestire un altro canale nel modo più corretto.

D’altronde a cosa ti serve stare su un social e non frequentarlo assiduamente? 

 

2) Alimenta un clima di interesse e fiducia nei confronti del tuo brand

Oscar Wilde diceva che: “Non c’è una seconda occasione per fare una buona prima impressione”.

Vuoi partire con il piede giusto e attrarre l’attenzione delle persone?

Allora conquistale comunicando i tuoi valori.

“Sui social scambi fiducia, non beni o denaro”.  

Le persone sono sempre più stanche di essere interrotte continuamente da promozioni invadenti da parte di aziende sconosciute. 

Gli utenti hanno compreso come riconoscerle ed evitarle.

Sono perciò sempre più insensibili alle pubblicità online.

Con questo non desidero passarti il messaggio che un’azienda non deve fare campagne sui social, ma devono essere inserite nell’ambito di una precisa strategia di marketing.

Senza fare i giusti passaggi preliminari per far conoscere il valore del brand e farsi apprezzare dal pubblico, il rischio di sprecare tempo e denaro è molto alto.  

Se desideri l’attenzione delle persone, prima devi essere disponibile ad ascoltarle.

I social network per definizione sono luoghi di relazione e di scambio di opinioni. 

Racconta la storia del tuo brand e in cosa crede la tua azienda, in modo che le persone saranno disponibili ad ascoltarti, invece di allontanarsi di fronte all’ennesima offerta imperdibile. 

L’attenzione è una cosa seria, ti giochi tutto su questo fronte sotto forma di credibilità, autorevolezza e fiducia.

 

3) Crea contenuti di valore

Invece di focalizzarti sulla vendita, potresti ottenere l’interesse del pubblico diffondendo contenuti utili e di valore.

“Il cliente acquista quando è disponibile a comprare e non quando qualcuno vuole vendergli qualcosa”

Nessuno acquista porte o finestre, senza prima aver preso informazioni o averne sentito il bisogno. 

Cerca pertanto di fare una ricerca per capire a cosa potrebbe essere interessato il tuo pubblico. 

Quali sono i suoi bisogni o desideri?

I temi possono essere tanti: maggiore sicurezza, risparmio energetico, una casa più luminosa, come eliminare i problemi di condensa sulle finestre o di umidità negli ambienti, un maggiore comfort acustico o termico. 

Ricorda che il marketing parte dall’offrire informazioni per risolvere un problema. 

Sai cosa fa una persona quando ha un problema?

Non va sui Facebook alla ricerca di soluzioni, ma su “Google” per trovare informazioni. 

In questo modo potrebbe imbattersi nel tuo sito e successivamente visitare le pagine social per farsi un’idea dell’azienda o delle tue soluzioni. 

Ecco perché la creazione di contenuti (post, video, podcast, ecc) pubblicati o condivisi sui social sono importanti.

Potrebbero attrarre il suo interesse, propedeutico ad un richiesta di contatto o di maggiori informazioni.  

 

4) Sui social ti serve un’opinione

Su Facebook, Linkedin o su qualsiasi altro social devi decidere l’effetto che vuoi ottenere in chi è presente e ti osserva. 

Queste piattaforme, come avrai notato, non sono certo il luogo dell’approfondimento, in cui spiegare in dettaglio le caratteristiche tecniche dei tuoi prodotti o servizi e nemmeno dell’impegno intellettuale. 

Devi comunicare a chi è in pausa pranzo, in coda alle Poste o in attesa del pullman che lo riporta a casa.

Nel comunicare il tuo brand devi posizionarti e avere delle opinioni da sostenere e nelle quali le persone possano identificarsi. 

Ci sarà una parte del pubblico che apprezzerà quello che hai da dire, mentre ad altri potrai risultare poco simpatico o indifferente. 

D’altronde devi essere consapevole che le tue idee, il modo di comunicare, di rappresentare il tuo lavoro o i tuoi prodotti non può piacere a tutti.

Ci sarà sempre qualcuno che si sveglierà la mattina dal lato sbagliato del letto o che si verserà il caffè sulla camicia prima di andare al lavoro o che, per  mille altre ragioni, potrebbe criticare quello che fai e ciò che pubblichi.

I social rappresentano uno strumento per avvicinare gli utenti ideali e allontanare gli altri. 

Scegli bene quindi i valori che intendi veicolare e le cause per cui vale la pena combattere. 

Qualsiasi cosa pubblichi, nel bene o nel male, sarà sempre giudicato. 

 

5) Costruisci una relazione con il pubblico

Ogni social ha il proprio pubblico e segue un certo modello di intrattenimento: più divertente, più informale, più professionale, più giovanile, ecc.

Facebook non è Linkedin, così come Instagram non è certo Tic Toc…

In qualità di consulente di marketing ti dico che il miglior investimento che la tua azienda possa fare è quello di “costruire” una relazione duratura con una fetta di pubblico, scegliendo una o più piattaforme in cui è presente. 

Senza una nicchia di persone interessate e che si fidano, nessun brand potrà mai affermarsi né sul mercato, né tantomeno sui social network.

Per farlo dovrai fare delle scelte. 

Come desideri essere percepito dagli altri? 

L’attenzione è inutile se le persone manifestano dubbi sulle capacità, l’onestà o sulle garanzie che vengono offerte. 

Il contatto avviene dopo che ti sei fatto conoscere ed apprezzare dalle persone. 

 

Il pubblico resta sempre il miglior investimento

I social per definizione servono per “socializzare”, ovvero fare nuove conoscenze. 

Ma servono anche per agevolare gli utenti che, subito dopo aver visitato il sito della tua azienda, vogliono capire chi sei, cosa fai e se puoi essere o avere la soluzione che stavano cercando. 

Visiteranno la tua pagina Facebook, Linkedin o quella dove crederanno di trovarti. 

Cosa penseranno di quelle pagine dove l’ultimo post risale a 6 mesi fa e in cui si inviavano gli auguri di Natale? 

Che opinione di farà di quelle pagine dove, ogni 2 post su 3, è un invito ad accettare l’ennesima offerta con uno sconto esagerato? 

Proprio per questo è utile avere un piano editoriale, al fine di selezionare e scegliere i contenuti più adatti al pubblico. 

Se non troveranno informazioni di valore, cercheranno altrove o da qualche concorrente. 

La coerenza e la costanza nella pubblicazione nei confronti di chi ti segue è fondamentale.

Nessuno può sperare di ottenere risultati significati postando qualche articolo di tanto in tanto. 

Ci vuole tempo per costruire un ambiente fatto di percezioni positive nei confronti del proprio brand e fiducia in quello che si propone. 

Cosa ottieni in cambio quando riesci a comunicare tutto questo nel modo giusto? 

Le persone presteranno attenzione a quello che comunichi e saranno loro a contattarti, stimolati anche dalle attività extra social che richiede una buona strategia di web marketing. 

Senza un metodo capace di valorizzare i pregi, i vantaggi, le garanzie o gli elementi di unicità del tuo brand, i social servono a ben poco.  

A questo devi aggiungere che Facebook o Linkedin sono aziende che devono realizzare profitti e che penalizzano nelle visualizzazioni chi, invece di pagare, vuole farsi pubblicità gratuitamente.

Per cui l’unica strada resta quella di  costruire una comunicazione per raccontare la storia e i valori dell’azienda e per farti ricordare dalle persone, in modo che saranno poi disponibili ad ascoltarti e ad avvicinarsi alle tue proposte.

Prova a costruire un rapporto che vada oltre la vendita.

Otterrai in cambio: credibilità e fiducia, propedeutiche per avvicinare le persone al tuo brand. 

Hai trovato interessante questo articolo?
Condividilo con i tuoi contatti!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Se desideri darmi un feedback o raccontarmi le tue esperienze contattami, parleremo del tuo progetto e di come renderlo più efficace.

Parliamo del tuo progetto?

Compila il modulo di contatto per richiedere una prima consulenza gratuita così da valutare SE e COME possiamo collaborare.

Parliamo del tuo progetto?

Seguo molto da vicino pochissime imprese, pertanto le disponibilità sono limitate.

Maggio

1

PROGETTO

Giugno

1

PROGETTI

Luglio

2

PROGETTI

Contattami ora per evitare la lista di attesa.

Preferisci parlare con me?

Preferisci scrivermi?