Top

Se non sei presente in rete, per il nuovo cliente, semplicemente non esisti!

“Non avere oggi un sito Internet è come competere in una gara di Formula 1, scendendo in pista con un cavallo!”

Non starò qui ad elencarti tutti i vantaggi di possedere un sito o un blog per la tua attività!

 

E’ superfluo spiegare la potenza di questo strumento che, se utilizzato con la giusta strategia di marketing, può far decollare le vendite!

 

Se ancora NON possiedi una piattaforma online, che potenzialmente può raggiungere milioni persone, NON credo che il tuo lavoro abbia un futuro molto roseo in termini di acquisizione di nuovi clienti…

 

Il mio intento NON è certo quello di “giudicarti”. Ognuno nella vita è padrone, nel bene o nel male, delle proprie scelte imprenditoriali.

 

Semplicemente, mi limito a renderti consapevole delle eventuali conseguenze…

 

Magari hai sempre lavorato con il “passaparoladei clienti. E’ una cosa positiva che in passato ti ha permesso di prosperare e che oggi magari “ti tiene ancora a galla?

 

Peccato che, nella stragrande maggioranza dei casi e in prospettiva futura, questa strategia NON è più sufficiente! Anche perché il “passaparola” da offline è diventato anche e soprattutto online: dalle recensioni nei siti alle testimonianze nei blog, dai commenti sui Social all’uso di mirate PR…

 

Lo so cosa stai pensando: “ma io costruisco (o rivedo) e installo serramenti! Sono questi i veri problemi con cui ogni giorno mi confronto! A cosa mi serve un sito web?”.

 

Il problema è che se ancora NON l’hai capito nel 2018, significa che NON stai dando importanza ai cambiamenti epocali che sono avvenuti nella società negli ultimi 10 anni!

 

Forse pensi che quello che hai ti basta per competere in un mondo che viaggia alla velocità della luce rispetto ad un recente passato…

 

O forse pensi che possedere una pagina “Facebook” (in cui molti operatori postano: dalle foto dell’ultimo lavoro di finestre alla “sangria party” con gli amici), siano delle attività online sufficienti per diventare un serramentista o un rivenditore 2.0?

 

Confesso: piacerebbe anche a me, che le cose fossero più semplici in rete per acquisire nuovi contatti ed attrarre potenziali clienti.

 

A sentire poi quello che raccontano molti operatori del settore (che si lamentano della “crisi”, della mancanza di fatturato e utili), NON è che le cose offline siano tanto migliori…

 

Te lo ricordi come era bello il mercato prima del 2009? Tutti erano capaci di vendere porte e finestre a quotazioni più remunerative! Le persone facevano la fila nei punti vendita per acquistare gli infissi di casa.

 

Quel mondo purtroppo NON esiste più da tempo! Un ciclone si è abbattuto con violenza su quel mercato e ha spazzato via tutto in pochissimi anni…

 

No tranquillo! Non voglio farti l’elenco di tutti i dati negativi e delle statistiche deprimenti del nostro settore o dell’Economia in generale.

 

Per questo ci sono già i giornali! E in TV i programmi sono pieni di opinionisti catastrofici che analizzano questi fenomeni: dall’aumento dello spread a quello delle tasse e via discorrendo….

 

Non so tu, ma ti confesso che sono stanco di ascoltarli! Dicono da anni le stesse cose….E, alla fine, si lamentano solo, senza fare mai niente per cambiare!

 

Siamo Italiani! Bravi a “criticare” e lenti nel fare qualcosa per migliorare la situazione, pur sapendo che ci sarebbero delle valide opzioni…

 

Ma in che cosa siamo esattamente sprofondati? In che modo questa specie di “sabbie mobili” ingabbia la forza che è in noi, tesa al cambiamento?

 

Da tempo stiamo vivendo una RIVOLUZIONE DIGITALE, che sta avendo impatti tecnologici, economici, sociali e finanziari paragonabili a quelli della vecchia RIVOLUZIONE INDUSTRIALE!

 

Non serve un libro di Storia per capire che sono cambiate anche le modalità di ricerca e di acquisto dei consumatori. Le loro abitudini ed il modo di interagire con chi vende un bene e/o servizio.

 

La domanda che dovresti porti è: “quando un potenziale cliente deve prendere delle decisioni per la scelta di porte o finestre, qual è la prima cosa che fa? Suona al tuo campanello o va in rete a fare ricerche?

 

 

 

 

E se NON hai un sito Internet ben posizionato su GOOGLE, indovina chi trova?

 

Il concorrente a 300 metri dal tuo negozio! Il quale, per il semplice fatto di avere un sito web, ha un enorme vantaggio competitivo!

 

“Non avere oggi un sito Internet è come competere in una gara di Formula 1, scendendo in pista con un cavallo!”.

 

Se anche tu ancora NON ne possiedi uno, devi sapere che:

 

Se anche un potenziale cliente ti trovasse per caso, perché hai magari un negozio su strada, siccome NON ti conosce, che cosa farà? Ti cercherebbe comunque in rete, per capire chi sei, che cosa fai e se vale la pena fermarsi da te!

 

Insomma vuole fare un’idea, prima di entrare nel tuo punto vendita…

 

Ancora oggi (invece di investire su un sito o un blog), molti operatori “sprecano” del denaro nella pubblicità tradizionale (dal volantinaggio al cartellone su strada).

 

Questo modello di comunicazione con il mercato sta collassando! Sono strumenti ‘anni 80, che oggi NON sono più efficaci come prima. E poi sono troppo “generalisti” e NON colpiscono l’attenzione di clienti in target.

 

Lo so prendere una decisione in tal senso NON è sempre facile, soprattutto quando NON sai da dove partire o che tipologia di sito scegliere.

 

“Statico o dinamico? Sito vetrina o interattivo?”

 

Se stai decidendo quale scegliere, NON commettere lo stesso errore che fanno tutti! La strada più sicura è quella che conoscono in pochi…

 

Vuoi scoprire qual è per evitare di perdere una marea di tempo e soldi? Clicca qui!

 

Se vuoi iscriverti al mio BLOG o contattarmi clicca qui.

 

 

 

Se ti è piaciuto questo post, sostienilo cliccando in basso: “mi piace” e condividilo sui Social.

No Comments

Post a Comment